Simone Vineis

“Quanto pane ho buttato via per arrivare ad un pane buono.”

Sono cresciuto naturalmente in cucina e nel locale, prima per gioco poi per lavoro. Questo posto è casa mia.
Lavoro in cucina dal 2009, senza mai nutrire un dubbio su cosa fare della mia vita. Per me la cucina è libertà. Libertà di pensare, inventare, sbagliare e reinventare.
Se c’è una cosa che mio padre mi ha trasmesso è la determinazione del continuare a provarci.

Se io fossi un piatto?
Sarei qualcosa che ricorda il mare.
Il mare, la libertà, la natura selvaggia.
La spontaneità delle cose, un piatto genuino.

Il Gusto

Il gusto è fondamentale nella mia vita. Chiudo gli occhi e provo un’emozione incredibile. Lo sento nella pancia, nella testa. Mi viene una “presa bene dentro”. Una completa esperienza sensoriale. Vivo con occhi, naso, bocca. Guardo, annuso, assaggio.

Italiano